ER6ITALIA


     

Vai indietro   ER6ITALIA > OFF-TOPICS > IL MONDO DELLE 2 RUOTE > Discussioni su specifici modelli

Discussioni su specifici modelli Per discutere dei vari modelli specifici, test, prove su strada, impressioni di guida etc etc.
Questo forum è NO SPAM, vedi regolamento.



Rispondi
 
Visualizza la versione stampabile Invia questa pagina tramite email Strumenti della discussione Modalità di visualizzazione
Vecchio 17/09/23, 16:52   #1
cts
Registrato
 
Registrato dal: Nov 2007
Ubicazione: Puglia (pendolare)
Moto: Una piccola giapponese (per sempre)
Auto: Una grande tedesca (per sempre)
Sesso: Maschio
Messaggi: 4584
predefinito Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

Non siamo convinti delle prime moto elettriche della Kawasaki

Kawasaki elettriche Z e-1 e Ninja e-1, prime impressioni: nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

La prestigiosa Casa di Akashi, la più piccola delle giapponesi, batte tutti - la Honda ha presentato per prima solo uno scooter, l'EM1 e: - e presenta le prima due motociclette elettriche della sua storia. Ma se questo è il futuro "verde", noi lo vediamo grigio!


Ninja e-1


Z e-1







La prima Casa giapponese a debuttare tra le moto elettriche è dunque Kawasaki.
Ninja e-1 e Z e-1 (rispettivamente, una carenata con semimanubri alti e una naked) sono i primi due prodotti di un momento storico per un marchio che da settant'anni sforna sogni motociclistici, anche se non sono le prime moto elettriche di grande serie in assoluto (Energica e Zero le hanno precedute).
Dopo la loro apparizione allo scorso EICMA, Ninja e-1 e Z e-1 vengono ora presentate nella loro veste definitiva in attesa che la stampa specializzata le provi quanto prima su strada. Entrambi i modelli sfruttano la stessa piattaforma e si inseriscono nel segmento delle "125" grazie al motore a magneti permanenti raffreddato ad aria da 5 kW di potenza nominale e 9 kW di picco con una coppia di 40,5 Nm.

Andiamo ad analizzare ogni singola voce, con i suoi pregi e i suoi difetti.
Difetti che, purtroppo, confermeranno quanto è affermato in Per poter vedere il link devi essere Registrato.

Linea e ciclistica
Lo stile e la ciclistica derivano strettamente dalle Ninja 400 e Z 400 che già conosciamo e apprezziamo, tanto che hanno in comune con le cugine endotermiche l'identico passo di 137 cm.
Anche se la carrozzeria e la ciclistica sono le stesse, queste versioni elettriche sono molto più leggere delle 400 endotermiche: secondo i documenti di omologazione la Z e-1 naked pesa 135 kg (163 la Z 400) mentre la Ninja e-1 carenata arriva a 140 kg (168 la Ninja 400).
Differenti invece le misure dei cerchi e degli pneumatici, perché le modeste potenze in gioco hanno consigliato sezioni decisamente più strette per assorbire meno cavalli. Sono quelle delle corrispondenti versioni di 125 cm³: 100/80-17” anteriore e 130/70-17” posteriore.
Ninja e-1 e Z e-1 sono disponibili in due versioni di colore, Metallic Bright Silver e Metallic Matte Lime Green, in quella che sarà la livrea caratteristica dei futuri modelli Kawasaki EV.




Il telaio è un traliccio d'acciaio, specificatamente destinato a loro, poi davanti troviamo una forcella da 41 mm di diametro e dietro un monoammortizzatore a gas con regolazione del precarico molla. Le escursioni sono di 120 e 133 mm.
Gli pneumatici, come scritto sopra, sono 100/80-17" e 130/70-17".



I freni hanno dischi da 290 mm e 220 mm con pinza a doppio pistoncino, con ABS.
PREGI: da brave elettriche, le Z e-1 e Ninja e-1 sono dotate di frenata rigenerativa. La linea è comunque molto bella.
DIFETTI: amiamo la Ninja 400, ma poiché la Ninja e-1 è destinata ad un uso prevalentemente urbano (come vedremo) ci chiediamo a che cosa serva il vestito sportivo (semimanubri in primis) visto che le prestazioni sono scadenti...



Strumentazione
PREGI: la strumentazione a colori TFT interamente digitale da 4,3 pollici offre ovviamente la possibilità di connettersi alla moto in modalità wireless con il proprio smartphone. Segnala le informazioni relative alla guida, l’autonomia, la disponibilità della funzione boost e il livello di guida selezionato (Road o Eco).
Da notare che vi è anche l’acceleratore easy-to-use.
DIFETTI: non sappiamo ancora di preciso su quali parametri si possa o meno intervenire da remoto.





Batteria
PREGI: le due moto sono dotate di un doppio pacco batteria agli ioni di litio che non solo è estraibile ma che si può caricare anche on board tramite una presa sotto la sella ma anche quindi tramite un'apposita docking station per inserire le batterie staccate dal mezzo, ma è collegato in parallelo.
Le batterie agli ioni di litio presentano indicatori di carica incorporati e un design simmetrico che ne semplifica l'installazione.
DIFETTI: le due unità sono da 50,4 V e 30 Ah e quindi da circa 1,5 kWh e 11,5 kg ciascuna. Si poteva fare meglio.
La ricarica alla normale presa domestica da 0 a 100% avviene in 3,7 ore per batteria (qualcuno spieghi ai geni delle cartelle stampe a quanto corrispondono 3,7 ore...), mentre dal 20% all'85% avviene in 1,6 ore per una ricarica parziale.
L'autonomia combinata è indicativamente di 72 km [WMTC Classe 1]. Assolutamente deludente!



Trasmissione
PREGI: la trasmissione finale è a catena, ma non c'è frizione e non c'è cambio, la marcia è unica com'è normale che sia su un'elettrica, questo favorirà la diffusione tra chi non ha mai utilizzato il cambio a pedale sui motocicli.
Ci sono due riding mode: Road ed Eco.
A questi si aggiunge la funzione e-Boost: un pulsante sotto la manopola destra consente di usufruire del massimo di potenza e accelerazione per 15 secondi ad esempio per un sorpasso.
DIFETTI: il tempo di recupero dell'e-Boost non viene specificato nel comunicato Kawasaki, ma un'icona sulla strumentazione TFT avviserà della sua disponibilità.



Dimensioni
PREGI: il peso dichiarato è interessante, 140 kg (Ninja e-1) e 135 kg (Z e-1) in ordine di marcia.
L'altezza sella è di 785 mm.
DIFETTI: con le pesanti batterie al posto del motore endotermico, il sovradimensionamento è d'obbligo, ma in questo caso si rivela purtroppo inutile per le scarse prestazioni.

Accessori
PREGI: le due moto, di serie, hanno un vano portaoggetti della capacità di 5 litri posto sotto al copertura del vano batterie, utile per riporre piccoli oggetti (massimo 3 kg).
La gamma di accessori comprende selle Ergo-Fit (+30 mm di altezza) e varie soluzioni di ricarica.
DIFETTI: non sono stati comunicati i prezzi di questi accessori, come del resto i prezzi delle due moto.



Prestazioni
PREGI: vi è poi un'altra modalità, chiamata Walk, che consente di muovere la moto a passo d'uomo fino al massimo a 5 km/h e facilita così le manovre di parcheggio, specie in pendenza, spazi ristretti o per fare retromarcia.



Selezionandolo e ruotando l’acceleratore, si può fare avanzare la moto a passo d’uomo, tenendo invece la manopola chiusa, la moto arretra, sempre a velocità di 5 km/h. A semplificare la vita negli spazi angusti sono anche - come detto - il peso e l’altezza della sella.
La Ninja e-1 e la Z e-1 sono assimilate alle moto 125 e potranno essere guidate anche con la patente B, quella delle auto, oltre che da chi possiede una patente A1, anche dai 16 anni. Con una potenza nominale di 5,0 kW (6,9 CV) e una massima di 9 kW (12 CV), rientrano d’altro canto ampiamente nei limiti della categoria, ma è strano che Kawasaki non abbia voluto avvicinarsi di più al limite di legge fissato a 11 kW per chi ha la patente A1.
DIFETTI: la velocità massima in configurazione Road è di 85 km/h, in Eco è 60 km/h.
La velocità massima con l'e-Boost è 99 km/h nella Road e di 73 km/h in modalità Eco.
Velocità assolutamente ridicole, a tratti pericolose per quante siano basse in certi contesti effettivi, persino al di sotto di molti scooter con motore endotermico di piccola cilindrata!
Due moto che quindi, nonostante l’aspetto "muscoloso", hanno prestazioni comparabili a scooter L3 destinati al commuting urbano.













cts non  è collegato   Rispondi quotando
Sponsored Links
Vecchio 20/09/23, 22:17   #2
Nardax
STAFF MEMBERS
 
L'avatar di Nardax
 
Registrato dal: Oct 2007
Ubicazione: (LT)
Età : 58
Moto: ER6F Diablo Black K8
Sesso: Maschio
Messaggi: 1382
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

__________________
Nardax Audax
***


Leggi e condividi (clicca sui link):
Principe Brutto - Ride Safe - suggerimenti per una guida sicura - Principe Brutto - Braking Point - frenare meglio si può

Nardax non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 21/09/23, 16:59   #3
pecchda001
Registrato
 
L'avatar di pecchda001
 
Registrato dal: Aug 2021
Ubicazione: Oltrepò pavese
Età : 57
Moto: er6n - 2009
Sesso: Maschio
Messaggi: 88
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

Complimenti e grazie a Cts per la dettagliata recensione!

Ma... NON VOGLIO NEMMENO CONSIDERARE L'IDEA DI METTERE IL C..O SU UNA "COSA" DEL GENERE!
Ho scritto "cosa" perchè non volevo scrivere parolacce, ma non riuscivo proprio a scrivere MOTO... una MOTO deve avere prestazioni degne di questo nome, un cambio e una frizione, un bello scarico che quando apri il gas ti faccia godere!
Quelle "cose" NON hanno nulla di tutto questo...
pecchda001 non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 22/09/23, 17:44   #4
crazyhead
Antani
 
L'avatar di crazyhead
 
Registrato dal: Jul 2006
Ubicazione: Quarto (NA)
Età : 52
Moto: Kawa ER-6n Silver "Yuki"
Auto: Aston Martin One-77
Sesso: Maschio
Messaggi: 10993
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

CTS grazie per aver scritto a caratteri cubitali, il tempo passa per tutti
Io comunque una prova su una elettrica (solo moto) la vorrei fare, mi intriga molto la coppia disponibile immediatamente e tutta. Poi sdu ricariche ed autonomie si puo' ragionare. Ho visto diversi video, specialmente della Energica e devo dire che, a parte l'assenza del suono del motore termico, che ha il suo perche', per me le nuvole non sono totalmente grigie.
__________________
DMAX lover
crazyhead non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 27/09/23, 10:24   #5
cts
Registrato
 
Registrato dal: Nov 2007
Ubicazione: Puglia (pendolare)
Moto: Una piccola giapponese (per sempre)
Auto: Una grande tedesca (per sempre)
Sesso: Maschio
Messaggi: 4584
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

Anche io vorrei provarle, la mancanza di rumore (nonché l'economicità del "carburante"..) mi intriga troppo.
So che per voi la mancanza di rumore è eresia, ma per me il silenzio è d'oro!

Ovviamente peso e autonomia non mi attraggono per niente...

In quanto alla mancanza di cambio... boh... si può sopravvivere, ma forse essendo io di estrazione scooteristica non faccio testo.

In una cosa però questa moto elettrica non ha rivali rispetto alle sorelle endotermiche: niente scottature, niente olio da controllare / rabboccare / cambiare , niente cavi frizione da oliare o regolare, niente di niente a livello meccanico come manutenzione! Solo questo me la fa desiderare...


Ah... Ed è possibile affrontare in caso di pioggia torrenziale i "guadi cittadini" con meno patemi d'animo (dalle mie parti quando piove le auto a benzina si bloccano puntualmente in ogni pantano un po' più profondo degli altri...)...



@crazyhead : CTRL + rotellina del mouse in avanti e risolvi il problema in maniera indolore!
cts non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 03/10/23, 16:12   #6
crazyhead
Antani
 
L'avatar di crazyhead
 
Registrato dal: Jul 2006
Ubicazione: Quarto (NA)
Età : 52
Moto: Kawa ER-6n Silver "Yuki"
Auto: Aston Martin One-77
Sesso: Maschio
Messaggi: 10993
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

Quote:
Originariamente inviata da cts Visualizza il messaggio

@crazyhead : CTRL + rotellina del mouse in avanti e risolvi il problema in maniera indolore!
Ma quale rotellina, semmai per come hai scritto dovrei allontanarmi di alcuni metri dal monitor per poter leggere

Comunque l'autonomia per alcuni modelli non e' un problema, se non ricordo male l'Energica ha una autonomia di 200 km che non sono pochi.
__________________
DMAX lover
crazyhead non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 02/10/23, 15:11   #7
ryuken82
Registrato
 
L'avatar di ryuken82
 
Registrato dal: May 2009
Ubicazione: dal 2013 a Miggiano (LE)
Moto: ER-6N "ATENA"
Auto: FIESTA GHIA "BOMBONIERA"
Sesso: Maschio
Messaggi: 440
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

Onestamente, la mia graziella, sulla quale pedalavo quando avevo 6-7 anni, era molto + performante e attizzante.
La moto elettrica va bene al luna park.
ryuken82 non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 03/10/23, 15:33   #8
cts
Registrato
 
Registrato dal: Nov 2007
Ubicazione: Puglia (pendolare)
Moto: Una piccola giapponese (per sempre)
Auto: Una grande tedesca (per sempre)
Sesso: Maschio
Messaggi: 4584
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

Quote:
Originariamente inviata da ryuken82 Visualizza il messaggio
Onestamente, la mia graziella, sulla quale pedalavo quando avevo 6-7 anni, era molto + performante e attizzante.
Assolutamente d'accordo con te... e con manutenzione pari quasi a zero...
cts non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 08/10/23, 13:53   #9
cts
Registrato
 
Registrato dal: Nov 2007
Ubicazione: Puglia (pendolare)
Moto: Una piccola giapponese (per sempre)
Auto: Una grande tedesca (per sempre)
Sesso: Maschio
Messaggi: 4584
predefinito Kawasaki Ninja 7 Hybrid, prime impressioni: la verde di Akashi stavolta è matura

I numeri della prima moto ibrida della Kawasaki sembrano convincenti... ma ne manca uno fondamentale!

Kawasaki Ninja 7 Hybrid, prime impressioni: la verde di Akashi stavolta è matura

La prestigiosa Casa di Akashi, la più piccola delle giapponesi, batte tutti ancora una volta dopo le moto elettriche e presenta la prima motociclette ibrida a benzina + motore elettrico della sua storia. Ha più senso del motore elettrico!

Dopo aver recentemente presentato a Parigi Per poter vedere il link devi essere Registrato, guidabili con patente A1, Kawasaki compie un altro passo significativo verso la visione a lungo termine della "carbon neutrality" con l'introduzione della prima moto ibrida al mondo prodotta in serie: la Kawasaki Ninja 7 Hybrid.
Con l'obiettivo ambizioso di cambiare le regole del gioco, la nuova Ninja 7 Hybrid ha la pretesa di aprire una finestra sul futuro del motociclismo, in una chiave estremamente attuale. I primi esemplari, infatti, saranno disponibili all'inizio del 2024.
Alla base della Ninja 7 Hybrid ci sono un nuovissimo motore bicilindrico parallelo da 451 cm³ - a quattro tempi e raffreddato a liquido, con cambio clutchless manuale o automatico - e un motore elettrico alimentato a batteria: una tecnologia inedita su una due ruote, che offre nuove e coinvolgenti esperienze di guida, oltre che una potenza combinata di 43,5 kW (59 CV) che arriva fino a 51,1 kW (70 CV) grazie all'e-boost.


Ninja 7 Hybrid: viste del motore

Cilindrata di 450 cm³, consumi di una 250, potenza di una 700 e accelerazione di una 1000
La Ninja 7 Hybrid è una moto di medie dimensioni che offre prestazioni complessive assimilabili a modelli tra i 650 e 700 cm³* ma con un'accelerazione istantanea in partenza da fermo paragonabile a quella di una super sport 1.000 cm³ (grazie alla funzione e-boost di Kawasaki), un consumo di carburante pari a quello di una 250 cm³ e una guida sportiva con cambio a manubrio.

Tutto bello, tutto bravo, tutto buono... ma Kawasaki non ha dichiarato il peso complessivo di questa moto! E nessun sito specializzato ha evidenziato questa mancanza!

Inoltre, sono disponibili tre modalità di guida (Sport-Hybrid, ECO-Hybrid ed EV2), che offrono ciascuna un diverso approccio alla guida, adattandosi a una vasta gamma di situazioni.






Ninja 7 Hybrid vista dal lato destro e sinistro

Tra le caratteristiche troviamo lo start-and-stop grazie al quale, a moto ferma, il motore a combustione si arresta per risparmiare carburante e ridurre le emissioni, e l’Automatic Launch Position Finder (ALPF) che - quando selezionato - sceglie automaticamente la prima marcia quando la moto è ferma, oltre a una modalità "walk" sia in avanti che in retromarcia per facilitare le manovre a bassa velocità e i parcheggi.
Il motore a benzina ed il motore elettrico da 9kW sono integrati insieme in un telaio a traliccio, tipico e distintivo di Kawasaki, per formare un'unità compatta, con la batteria agli ioni di litio da 48V posizionata in modo da ottimizzare la distribuzione dei pesi.

Tra le caratteristiche troviamo lo start-and-stop grazie al quale, a moto ferma, il motore a combustione si arresta per risparmiare carburante e ridurre le emissioni, e l’Automatic Launch Position Finder (ALPF) che - quando selezionato - sceglie automaticamente la prima marcia quando la moto è ferma, oltre a una modalità "walk" sia in avanti che in retromarcia per facilitare le manovre a bassa velocità e i parcheggi. Il motore a benzina ed il motore elettrico da 9kW sono integrati insieme in un telaio a traliccio, tipico e distintivo di Kawasaki, per formare un'unità compatta, con la batteria agli ioni di litio da 48V posizionata in modo da ottimizzare la distribuzione dei pesi.


Ninja 7 Hybrid vista dall'alto e da dietro

Per quanto riguarda il design, la Ninja 7 Hybrid si distingue per un’esclusiva colorazione, con la parte bassa della carena verde lime opaco e la carrozzeria argento e nera, destinata - come le sue innovazioni tecnologiche - a far emergere questa moto.





Ninja 7 Hybrid in azione Ninja 7 Hybrid in azione

Dal punto di vista ergonomico, la posizione di guida dinamica ma confortevole, porta il pilota a protendersi verso il cupolino ed interagire facilmente con i comandi a manubrio, progettati per essere intuitivi e infondere sicurezza.


Ninja 7 Hybrid: il ponte di comando


Ninja 7 Hybrid: la presa sul manubrio


Ninja 7 Hybrid: i comandi a mano

Per quanto riguarda la strumentazione, il display TFT a colori include la connettività con lo smartphone, attraverso una versione dedicata della App RIDEOLOGY, contribuendo a migliorare l'esperienza di guida.


Ninja 7 Hybrid: il cruscotto


Ninja 7 Hybrid: il cupolino


Ninja 7 Hybrid: il nuovo marchio Kawasaki


Walk mode anche per la Ninja 7 Hybrid


Ninja 7 Hybrid: particolare della ruota anteriore


Ninja 7 Hybrid: particolare della ruota posteriore

Ultima modifica di cts; 11/10/23 a 15:19
cts non  è collegato   Rispondi quotando
Vecchio 09/10/23, 18:57   #10
crazyhead
Antani
 
L'avatar di crazyhead
 
Registrato dal: Jul 2006
Ubicazione: Quarto (NA)
Età : 52
Moto: Kawa ER-6n Silver "Yuki"
Auto: Aston Martin One-77
Sesso: Maschio
Messaggi: 10993
predefinito Re: Nuvole grigie sull'orizzonte verde di Akashi

CTS vuoi riguardare un attimo la grandezza dei caratteri dell'inizio del tuo post?

---------- Post added at 18:57 ---------- Previous post was at 18:49 ----------

Quote:
Originariamente inviata da cts Visualizza il messaggio
Tutto bello, tutto bravo, tutto buono... ma Kawasaki non ha dichiarato il peso complessivo di questa moto! E nessun sito specializzato ha evidenziato questa mancanza!
226 kg a secco 236 in ordine di marcia (fonte : HDmotori.it)
__________________
DMAX lover
crazyhead non  è collegato   Rispondi quotando
Rispondi

Strumenti della discussione
Modalità di visualizzazione

Regole d'invio
Non puoi inserire discussioni
Non puoi inserire repliche
Non puoi inserire allegati
Non puoi modificare i tuoi messaggi

BB code è attivo
Le smilie sono attive
Il codice IMG è attivo
il codice HTML è attivo

Salto del forum


Tutti gli orari sono GMT +1. Attualmente sono le 10:16.


Powered by vBulletin versione 3.8.5
Copyright ©: 2000 - 2024, Jelsoft Enterprises Ltd.
Traduzione italiana Team: vBulletin-italia.it

ER6ITALIA.com
Tutto il materiale presente nel Sito (immagini, loghi, articoli, messaggi, etc) appartiene ai legittimi proprietari.
Tale materiale può essere utilizzato gratuitamente al di fuori del Sito purché venga citata la fonte (ER6ITALIA.com) da chi lo ha prelevato.